Capri: tutto quello che bisogna sapere

Capri è uno di quei luoghi che bisogna assolutamente vedere almeno una volta nella vita. Noi l’abbiamo visitata per la prima volta in un caldo weekend di luglio e abbiamo capito perché questa isola attrae milioni di turisti da tutto il mondo.

In questo post proviamo a raccontarvi tutto quello che bisogna sapere per rendere indimenticabile un soggiorno a Capri, uno dei luoghi più belli d‘Italia.

Come arrivare a Capri

Napoli è il punto di partenza più semplice e ovvio per raggiungere Capri. Ci sono 3 tipi di navi che collegano Napoli a Capri: il traghetto, la nave veloce e l’aliscafo. Traghetti e navi veloci partono ogni giorno da Calata di Porta Massa, mentre gli aliscafi partono dal Molo Beverello (proprio davanti al Maschio Angioino). Sono diverse le compagnie che effettuano il servizio dai due porti. I costi sono pressoché gli stessi, quindi vi consigliamo di scegliere la compagnia in base alla disponibilità di orario a voi più comoda.

Noi abbiamo scelto di arrivarci in aliscafo, partendo quindi da Molo Beverello e sfruttando il servizio della compagnia Snav. Il costo del biglietto in tratta singola varia dai€ 19 ai € 23.

I tempi della traversata Napoli-Capri

Aliscafo: 40 minuti circa
Nave veloce: 50 minuti circa
Traghetto: 80 minuti circa

È inoltre possibile Capri anche partendo da altre località del Golfo di Napoli, come ad esempio Sorrento, Ischia, Amalfi, Positano e Salerno. Ci sono infine alcuni servizi extra lusso che consentono di arrivare sull’isola direttamente in elicottero: non sappiamo il costo preciso, ma crediamo che sia una cifra davvero elevata!

Attenzione: In primavera ed estate sono davvero tante le persone che partono alla volta di Capri. Vi consigliamo di arrivare al molo per tempo e, se possibile, comprare in anticipo il biglietto.

Limoni Capri
I limoni di Capri sono tra i più buoni e profumati al mondo.

Cosa vedere a Capri

Capri è così ricca di meraviglie, naturali e architettoniche, che potrete trascorrerci anche una settimana senza annoiarvi mai! Qui di seguito proviamo a elencare cosa vedere assolutamente a Capri.

Marina Grande

Arrivando a Capri non potete non imbattervi in Marina Grande. Qui infatti arrivano quasi tutte le navi che collegano l’isola con la terraferma. Marina Grande è una vivace area portuale, con un fitto via vai e tante case colorate che creano un’aura davvero caratteristica. Il nostro consiglio è quello di perdere una mezz’oretta passeggiando per le stradine di Marina Grande, così da entrare subito in confidenza con la vera anima di Capri.

La Piazzetta (Piazza Umberto I)

Non c’è dubbio che il vero cuore di Capri sia la sua piazza principale. Piazza Umberto I, meglio nota come “La Piazzetta”, è un piccolissimo quadrangolare incastonato tra case basse su cui svetta la torre campanaria dell’Isola. Nei 4 bar che sorgono attaccati uno all’altro, vi potrà capitare di vedere attori hollywoodiani, calciatori e politici: non a caso questo piccolo angolo di mondanità è stato ribattezzato “il salotto del mondo”. Per girare la Piazzetta vi basterà meno di un minuto ma, se avrete l’ardire di sedervi al tavolino di un bar affrontando i salatissimi prezzi, potrete trascorrere ore a osservare il vivace viavai di turisti.

Via Camerelle

A poco più di 300 metri dalla Piazzetta, Via Camerelle è il cuore dello shopping di alto livello a Capri. Non c’è maison di moda di fama mondiale che non abbia un angolo espositivo in questa piccola e lussuosissima via. Passeggiate per via Camerelle, ammirate le vetrine e, se avete coraggio (e budget!), provate a fare shopping!

Via Camerelle
Via Camerelle è il paradiso dello shopping per gli amanti dell’alta moda

Belvedere di Tragara

In fondo a via Camerelle, la curatissima via Tragara vi farà attraversare una serie di meravigliose ville fino a condurvi a una ampia terrazza. Da qui, la vista sui faraglioni vi regalerà scatti da cartolina che non potete perdervi in una vacanza a Capri.

I Faraglioni di Capri

I Faraglioni sono il simbolo di Capri, il tratto che rende quest’isola famosa in tutto il mondo. Si tratta di 3 enormi formazioni rocciose che emergono dall’acqua dando vita ad uno degli spettacoli naturali più incredibili al mondo. La fantasia dei campani ha fatto sì che ai Faraglioni venissero assegnati anche dei nomi: il più alto (ben 109 metri) è stato ribattezzato Saetta ed è facilmente riconoscibile perché attaccato alla terraferma; il faraglione di mezzo – quello con la famosa protuberanza al centro – è stato denominato Saetta mentre il terzo è lo Scopolo. Il modo migliore per ammirare i faraglioni è via barca dal mare, ma Capri offre anche diversi punti panoramici per scattare foto mozzafiato.

Faraglioni Capri
I Faraglioni sono il simbolo di Capri e sono conosciuti in tutto il mondo

Certosa di San Giacomo

Costruito nel 1371, questo complesso ecclesiastico domina l’isola di Capri e riporta la memoria indietro nel tempo quando le missioni erano avamposti per le esplorazioni. Oggi la Certosa di San Giacomo ospita mostre ed esposizioni temporanee ed è visitabile tutto l’anno.

Villa Jovis

Costruita nel 26 d.C., Villa Jovis è la testimonianza che il fascino di Capri richiamano l’attenzione dei potenti da millenni. Questo sito archeologico altro non è infatti che la residenza dell’Imperatore Romano Tiberio, che qui amava passare il suo tempo libero. Oggi la Villa è un museo visitabile tutto l’anno, il biglietto di ingresso costa € 6.

Marina Piccola

Nella parte sud dell’isola, protetta dalle rocce, la spiaggia di Marina Piccola offre uno dei mari più belli di tutto il Mediterraneo. Un bagno qui, con i Faraglioni sullo sfondo, è davvero una esperienza imperdibile.

Monte Solaro

Dall’alto dei suoi quasi 600 metri, il Monte Solaro offre una vista imperdibile non solo sull’isola di Capri ma anche su tutto il Golfo di Napoli. Arrivare in vetta è un po’ faticoso, ma i graziosi sentieri sterrati vi metteranno a contatto con la natura. Se avete tempo, non perdete questa esperienza.

Grotta Verde

Ai piedi del Monte Solaro, la Grotta Verde è un luogo meno noto ma non per questo meno suggestivo della Grotta Azzurra. In questo angolo di Capri, l’acqua del mare diventa verdissima per un gioco di luce e accompagna i turisti all’interno di una spettacolare cavità naturale. La grotta può essere visitata in barca o anche a nuoto, quando il mare è calmo.

Anacapri

Meno battuta dai turisti rispetto a Capri, Anacapri è ugualmente in grado di regalare emozioni e scorci di natura incredibili. Passeggiare per Anacapri vi consentirà di scoprire luoghi come la Chiesa di San Michele (risalente al XVIII secolo), la celebre Casa Rossa o la Villa appartenuta al medico svedese Axel Munthe. Il tutto in un groviglio di vicoli e case bianche davvero suggestivi.

Anacapri
Anacapri è meno battuta dai turisti e merita almeno una passeggiata

Grotta Azzurra di Capri

Celebrata da artisti, scrittori e spot tv in tutto il mondo, la Grotta Azzurra è l’attrazione più famosa di Capri è meta di pellegrinaggio per milioni di turisti da ogni angolo del pianeta. Si tratta di una grotta carsica larga 25 metri e lunga 60 metri, che si sviluppa nella parte nord occidentale dell’isola di Capri e a cui è possibile accedere attraverso una fessura alta un metro. Una volta all’interno, la Grotta regala emozioni fortissime grazie all’azzurro vivacissimo delle acque e a giochi di luce che non hanno eguali nel mondo. La Grotta è visitabile solo con delle barche a remi ed è possibile sostare pochi minuti. Il biglietto d’ingresso alla Grotta costa € 14. Per arrivare alla Grotta partono numerosissimi tour il cui costo parte dai € 17.

Dove dormire a Capri

Dormire a Capri è bellissimo ma può essere anche… molto costoso! Gli hotel sull’isola hanno infatti prezzi esorbitanti anche se è difficile trovare strutture non di qualità. Il vantaggio principale è quello di potersi soffermare a Capri anche dopo l’orario di partenza degli ultimi traghetti, godendosi così l’isola in tutta tranquillità. Se volete dormire a Capri senza spendere un occhio della testa, vi consigliamo questi 3 hotel:

Dove dormire ad Anacapri

Dormire ad Anacapri è un po’ meno costoso anche se ci sono meno strutture alberghiere. Anche qui proviamo a suggerirvi 3 hotel in cui non spendere un capitale:

Capri
Pur essendo piena di turisti, l’isola di Capri è un vero e proprio paradiso naturale

Dove mangiare a Capri

Se siete arrivati a questo punto lo avrete ormai capito: Capri è molto cara! Anche mangiare, quindi, rischia di essere molto costoso ma ne vale sicuramente la pena. Capri infatti offre tutto il meglio della cucina campana, declinato su standard di eccellenza. Ci sono tantissimi ristoranti sull’isola in grado di soddisfare tutti i palati e tutte le tasche. Per questo motivo, noi vogliamo consigliarvi un posto per mangiare… il gelato! La Gelateria Buonocore saprà coccolarvi con una cialda fatta al momento e tantissimi gusti di gelato artigianale.


Ti è piaciuto questo articolo? Allora iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato su consigli e itinerari di viaggio! (Tranquillo, anche noi odiamo lo spam!)

I 5 posti da vedere assolutamente a Catania

L’età avanza e inizia a farci brutti scherzi. Qualche tempo fa vi avevamo promesso un post su Catania ma la nostra memoria corta ce ne ha fatto completamente dimenticare fino a che un amico non ce lo ha ricordato su Instagram!

Continue reading “I 5 posti da vedere assolutamente a Catania”

Copenaghen: il nostro itinerario in bicicletta

Tempo fa, avevamo letto l’incredibile notizia secondo cui a Copenaghen circolano più biciclette che automobili. Giunti nella capitale danese, abbiamo subito capito che la notizia era vera e che, se avessimo voluto goderci appieno la città, avremmo quindi dovuto fare anche noi una cosa che a Milano non facciamo mai: prendere la bicicletta e pedalare!

Continue reading “Copenaghen: il nostro itinerario in bicicletta”

Le 10 cose da non perdere a Salta, in Argentina

Soprannominata “La Linda”, Salta è una delle città argentine che abbiamo maggiormente apprezzato durante il nostro tour di due settimane nel paese sudamericano. In questo post, vi elenchiamo le 10 cose da non perdere a Salta, in Argentina.

Continue reading “Le 10 cose da non perdere a Salta, in Argentina”

Cosa vedere a Forlì e dintorni

Lontana dalla movida delle spiagge di Rimini e Riccione, Forlì conserva la vivacità della Romagna coniugandola alla tranquillità e alla bellezza tipiche dell’entroterra romagnolo. A Forlì, infatti, la vita scorre tranquilla: i suoi abitanti girano a piedi o in bicicletta, i ritmi sono rilassati, la città è graziosa e il cibo è eccellente. Tutte condizioni che la rendono meta perfetta per una fermata di uno o due giorni all’insegna del relax.

Continue reading “Cosa vedere a Forlì e dintorni”

Guida completa per organizzare un viaggio in Giappone

Quello in Giappone è stato uno dei viaggi più belli della nostra vita, ma anche uno dei più difficili da organizzare. All’ombra del Monte Fuji, ci siamo confrontati con le differenze di una società molto diversa da quella europea, imparando a cavarcela con il linguaggio degli ideogrammi e, da buoni italiani, facendoci capire pur senza parlare una sola parola di giapponese. Per aiutarvi a non avere problemi, abbiamo quindi creato questa guida completa per organizzare un viaggio in Giappone che riunisce tanti pratici consigli.

Continue reading “Guida completa per organizzare un viaggio in Giappone”

Johannesburg in 4 giorni: cosa vedere

Per celebrare il nostro trentesimo compleanno (si, siamo diventati vecchi!) ci siamo regalati una piccola follia: 4 giorni in Sudafrica. Impossibile? Decisamente no: in questo post vi spieghiamo il perché e vi raccontiamo il nostro itinerario per una breve fuga a sud del Continente Nero.

Leggi tutto

Cosa vedere a Ferrara: il nostro itinerario a piedi

Oggi vogliamo parlarvi di una destinazione diversa dal solito. Vogliamo parlarvi di un castello medioevale tra i più belli al mondo, di una città a misura d’uomo dove la frenesia è sconosciuta, di un piatto di tortelli alla zucca accompagnato da un eccellente vino rosso: vogliamo parlarvi di Ferrara!

Continue reading “Cosa vedere a Ferrara: il nostro itinerario a piedi”

Cosa vedere a Cordoba, la seconda città d’Argentina

Capitale dell’omonima provincia, Còrdoba è la seconda città argentina per numero d’abitanti (dietro ovviamente a Buenos Aires) e uno dei principali centri culturali del paese. Vi si trovano infatti ben 7 università che attirano moltissimi giovani rendendo la città estremamente vivace e ricca di vita notturna. Non ovviamente mancano i riferimenti all’epoca coloniale, soprattutto quelli di stampo gesuitico, dal momento che l’ordine religioso ha rivestito un ruolo fondamentale nella evangelizzazione di questa regione dell’Argentina. Continue reading “Cosa vedere a Cordoba, la seconda città d’Argentina”

La nostra Argentina dalla A alla Z

La nostra vacanza in Argentina è stato un salto indietro nel tempo ma anche un viaggio tra contrasti: dalla natura selvaggia della Terra del Fuoco alla confusione della città di Cordoba, dai resti del colonialismo a Salta al nichilismo della grande metropoli mondiale di Buenos Aires.
In questo post vi riassumiamo le nostre due settimane dalla A alla Z.
Continue reading “La nostra Argentina dalla A alla Z”